Una querela, la “guerra di Calabria” e il paradigma della giustizia in Italia

di Alessandro Ambrosini Ci sono storie che sfuggono, molte volte, alla grande stampa. Storie che danno l’esatto metro di valutazione dello stato di salute del nostro Paese. Mentre prosegue, senza troppi clamori mediatici, il processo al “sistema Palamara”, la giustizia italiana si sta misurando su un terreno di “guerra” tra i più complessi e oscuri: … Continua a leggere Una querela, la “guerra di Calabria” e il paradigma della giustizia in Italia

Il quinto re di Roma -seconda parte-

di Alessandro Ambrosini E’ dicembre 2012, quando uscì in edicola l’articolo-copertina dell’Espresso: "I quattro re di Roma", a firma di Lirio Abbate. Un titolo inesatto, che il sottoscritto ribadì su Fanpage, dopo l’arresto di Massimo Carminati, due anni dopo in un’intervista “coperta”, ancora oggi attuale. Allora, a Nicitra, diedi lo scettro di “Quinto re di … Continua a leggere Il quinto re di Roma -seconda parte-

“L’antimafia di potere” e la sua paura per la verità

di Alessandro Ambrosini E venne il giorno in cui la cosiddetta “antimafia”, quella fatta di associazioni più o meno utili, più o meno asservite a logiche di potere o politiche sbarcò in Veneto. Era l’inizio di Gennaio 2019 (sembra passato un secolo), quando a seguito di arresti e sequestri, le forze dell’ordine, riuscirono a chiudere … Continua a leggere “L’antimafia di potere” e la sua paura per la verità

“Marrazzo innocente, a settembre giustizia”

di Beatrice Nencha “Marrazzo è innocente e a settembre faremo giustizia”. Commenta così a Notte Criminale l’avvocato Giulio Vasaturo, che insieme al collega Luca Petrucci difende il giornalista ed ex presidente della Regione Lazio. Sospeso da viale Mazzini, la scorsa settimana, dopo l’arrivo di una lettera anonima che segnalava presunti ammanchi nel suo ufficio di … Continua a leggere “Marrazzo innocente, a settembre giustizia”

Strage di Bologna/ Agente Siegfried, “la pista palestinese mi fu confermata da uno stretto collaboratore di Arafat”

di Beatrice Nencha Colpo di scena durante il processo all’ex Nar Gilberto Cavallini, accusato di concorso nella strage di Bologna: secondo la perizia chimico-esplosivistica depositata dai consulenti Danilo Coppe e Adolfo Gregori, la bomba che provocò 85 morti e 200 feriti il 2 agosto 1980 potrebbe essere esplosa “per errore”, a causa del malfunzionamento del … Continua a leggere Strage di Bologna/ Agente Siegfried, “la pista palestinese mi fu confermata da uno stretto collaboratore di Arafat”

Intervista a Gianluca Ius: “Carminati già rinnegato ma se “il Re” parla cade metà Governo”

di Beatrice Nencha Il nome di Gianluca Ius forse a qualcuno non dirà molto, ma il suo numero di cellulare – “un regalo di Tronchetti Provera, che me lo ha personalizzato con la data del mio compleanno” – è stato per oltre un decennio nelle rubriche telefoniche dell’Italia che conta. Lo hanno avuto, e chiamato, … Continua a leggere Intervista a Gianluca Ius: “Carminati già rinnegato ma se “il Re” parla cade metà Governo”

Le rotte di Massimo Carminati, da Corso Francia al Vaticano

di Beatrice Nencha Il “Mondo di Mezzo” di Massimo Carminati si può navigare seguendo delle rotte, che spaziano dal Vaticano ai Servizi segreti, deviando per piazzale Clodio e annidandosi in centri di potere che spaziano dal Campidoglio a Finmeccanica. Azienda strategica legata a doppio filo alla nostra intelligence e ribattezzata, ai tempi dello scandalo, “il … Continua a leggere Le rotte di Massimo Carminati, da Corso Francia al Vaticano

Vicenza e i servizi segreti: un filo lungo 50 anni „Vicenza e i servizi segreti: un filo lungo 50 anni

di Alessandro Ambrosini per Vicenza Today 25 agosto 2018 Dalle "barbe finte", agli appalti, al floppy disk fino, forse, al caso Bachri: presenze invisibili e costanti dai piedi di Monte Berico al Ponte di Bassano Se fosse ancora vivo Ian Fleming, il creatore di 007, probabilmente ambienterebbe una delle avventure di James Bond a Vicenza. … Continua a leggere Vicenza e i servizi segreti: un filo lungo 50 anni „Vicenza e i servizi segreti: un filo lungo 50 anni