Quarant’anni di mala romana sotto il segno del clan Senese

Se esistesse una bilancia per pesare la consistenza criminale di un clan a Roma, quello dei Senese, sarebbe senza dubbio il più rilevante. Chi si ferma alla provenienza della famiglia di Michele ‘o pazzo, il boss del clan, non ha capito e osservato attentamente la storia criminale di Roma negli ultimi decenni. Nato rapinatore, Michele Senese, … Continua a leggere Quarant’anni di mala romana sotto il segno del clan Senese

Il caso Lupacchini. La sentenza del Csm regala fiato al crimine organizzato. Si stappa champagne e si medita vendetta tra i vecchi e i nuovi clan / Seconda parte

di Alessandro Ambrosini C’è un antico proverbio arabo che recita: “Sui cadaveri dei leoni festeggiano i cani credendo di aver vinto. Ma i leoni rimangono leoni e i cani rimangono cani”. E’ quello che, metaforicamente e senza puntare il dito su nessuno in particolare, sta succedendo dopo il trasferimento dell’ex procuratore generale di Catanzaro, Otello Lupacchini. … Continua a leggere Il caso Lupacchini. La sentenza del Csm regala fiato al crimine organizzato. Si stappa champagne e si medita vendetta tra i vecchi e i nuovi clan / Seconda parte

Mondo di mezzo/ Dodici dicembre 2012, il giorno della morte di “Mafia Capitale”(prima parte)

di Alessandro Ambrosini E’ Il 12 dicembre 2012. In edicola esce il numero dell’Espresso con una copertina da prendere e conservare. Un titolo roboante: I quattro re di Roma. La firma dell’articolo è di Lirio Abbate, un giornalista che di mafia se ne intende perché combattuta e subita, poiché vive da anni sotto scorta. I … Continua a leggere Mondo di mezzo/ Dodici dicembre 2012, il giorno della morte di “Mafia Capitale”(prima parte)

Esclusiva/ L’ultimo caffè di Diabolik

di Beatrice Nencha Il suo ultimo caffè Fabrizio Piscitelli l’ha sorseggiato in via Tiburtina, in un moderno open space che è oggi la sede aziendale di un personaggio molto noto alle cronache (giudiziarie e non) capitoline. Ma che, soprattutto negli ultimi due anni, è stato anche uno dei pochi a potersi fregiare, autenticamente come provano … Continua a leggere Esclusiva/ L’ultimo caffè di Diabolik

Nell’omicidio di Cinecittà la mala romana perde una torre. Roma è una scacchiera che brucia

di Alessandro Ambrosini Ogni omicidio a Roma non è mai solo un omicidio. E’ sempre qualcosa di diverso dai morti ammazzati nelle altre città “calde”. L’assassinio è sempre una mossa in una grande partita a scacchi. Con uomini veri, non figura di legno lavorate. Ci sono tutti i pezzi che si muovono, anche impercettibilmente: i … Continua a leggere Nell’omicidio di Cinecittà la mala romana perde una torre. Roma è una scacchiera che brucia

L’omicidio di Diabolik è la bomba o l’innesco? In autunno a Roma non cadranno solo foglie

di Alessandro Ambrosini Roma non sanguina. Roma “butta” sangue, quando i corpi senza vita rimangono sul selciato o sul terriccio di un parco. E il sangue, questa volta, non è solo quello di un uomo ma è quello del capo curva più famoso in Italia e all’estero: Fabrizio Piscitelli, per tutti gli ultras solo Diabolik, … Continua a leggere L’omicidio di Diabolik è la bomba o l’innesco? In autunno a Roma non cadranno solo foglie

Black Book: Casamonica. Viaggio nel mondo parallelo del clan che ha conquistato Roma

di Beatrice Nencha Si ferma a 51 “rami”, uno per ogni principale nucleo famigliare, l’Albero genealogico che gli inquirenti avevano iniziato a tracciare, fino al 2014, per tenere traccia delle parentele e delle diramazioni della numerosa famiglia sinti-Rom, conosciuta principalmente con il cognome Casamonica. Al suo interno, tuttavia, si rincorrono i cognomi più popolari della … Continua a leggere Black Book: Casamonica. Viaggio nel mondo parallelo del clan che ha conquistato Roma

Come i Casamonica si sono presi Roma

di Beatrice Nencha Tra fiumi di coca, estorsioni, strozzinaggio, il prestigio criminale dell’associazione si è cementato grazie ai rapporti con la Camorra e la Ndranghetra. Dagli esordi del patriarca Vittorio con Nicoletti ai legami con Carminati e Senese del “Mondo di Mezzo” “Il popolo deve avere paura quando sente il cognome dei Casamonica”. “Siamo sei … Continua a leggere Come i Casamonica si sono presi Roma

Roma, da salotto buono del crimine a terra di mafia. Un anno per lavare i peccati della Capitale

Questo articolo di Lirio Abbate per l'Espresso è datato 15 Maggio 2015. Trecentosessantacinque giorni e più e il clima giudiziario sembra essere cambiato radicalmente. Vista la sentenza che non ha ritenuto di confermare l'associazione mafiosa per personaggi come i fratelli Triassi, Carmine Fasciani e il suo clan, ci sembrava doveroso riprenderlo per un motivo: le … Continua a leggere Roma, da salotto buono del crimine a terra di mafia. Un anno per lavare i peccati della Capitale