“Ielo tiene per le palle il procuratore capo di Perugia”. La calunnia su cui (stranamente) nessuno indaga. Come mai tutto questo interesse attorno all’esposto di Fava al Csm?

di Beatrice Nencha Non c’è solo Luca Palamara, ma c’è anche la difesa dell’ex consigliere del Csm Luigi Spina (eletto anche lui da Unicost) a chiedere un confronto con il leader di Autonomia & Indipendenza, Piercamillo Davigo, per le indagini difensive sia nel procedimento disciplinare in corso a piazzale dei Marescialli, che  in quello penale … Continua a leggere “Ielo tiene per le palle il procuratore capo di Perugia”. La calunnia su cui (stranamente) nessuno indaga. Come mai tutto questo interesse attorno all’esposto di Fava al Csm?

Affaire magistrati/Nordio:”è bene che i magistrati assaggino sulla loro pelle queste tecniche investigative, molto invasive, utilizzate in tutti questi anni”

"Siamo alla nemesi storica. La politica ha sempre strumentalizzato la giustizia: bastava un avviso di garanzia per essere messi fuorigioco. Ora lo stesso meccanismo dilaga dentro la magistratura e il Csm: la giustizia strumentalizza la giustizia". Lo dice in un’intervista a ’il Giornale’ l’ex magistrato Carlo Nordio parlando della bufera che sta coinvolgendo Csm e magistratura. Le intercettazioni "di cui … Continua a leggere Affaire magistrati/Nordio:”è bene che i magistrati assaggino sulla loro pelle queste tecniche investigative, molto invasive, utilizzate in tutti questi anni”

La (ir)resistibile ascesa di Fabrizio Centofanti, dalla pizzicheria di Artena alle frequentazioni politiche. La rete di contatti che mette in imbarazzo Pd e magistratura

di Beatrice Nencha Umberto Croppi, classe 1956, stimato intellettuale di centrodestra, ex direttore generale della Fondazione Valore Italia  ed ex assessore alla Cultura nella prima giunta Alemanno, da cui fu estromesso nel 2012 e da cui prese spunto per un libro al vetriolo su quella esperienza (“Romanzo comunale. Il naufragio del sogno della Roma Alemanna”, … Continua a leggere La (ir)resistibile ascesa di Fabrizio Centofanti, dalla pizzicheria di Artena alle frequentazioni politiche. La rete di contatti che mette in imbarazzo Pd e magistratura