Appello bis, l’abbraccio (plateale) dei due ex “Re” del Mondo di Mezzo e lo sfogo del legale Diddi: “Condizionato dall’esposto contro di me”

di Beatrice Nencha Se ci fosse un’immagine iconica della prima udienza, meramente “tecnica” (si entrerà nel vivo solo dal 3 novembre, con le richieste di patteggiamento), del nuovo processo in Corte di Appello agli imputati del “Mondo di Mezzo”, sarebbe la foto dell’abbraccio tra l’ex “Re di Roma” Massimo Carminati, ormai scagionato dall’accusa di mafiosità … Continua a leggere Appello bis, l’abbraccio (plateale) dei due ex “Re” del Mondo di Mezzo e lo sfogo del legale Diddi: “Condizionato dall’esposto contro di me”

Il Cerchio, storia di magistrati, politica e stampa. Il “suicidio perfetto” del potere

di Alessandro Ambrosini Ieri sera, a Non è l’Arena, programma condotto da Massimo Giletti, è andato in onda un vero e proprio “suicidio”, senza sangue e senza morti. Lo scontro telefonico tra il procuratore antimafia e membro del Csm, Nino Di Matteo e il ministro di Giustizia, Alfonso “Dj Fofò” Bonafede, mette una pietra tombale … Continua a leggere Il Cerchio, storia di magistrati, politica e stampa. Il “suicidio perfetto” del potere

Il quinto re di Roma -prima parte-

di Alessandro Ambrosini A volte si pensa che i capelli grigi, una storia romanzata e finita in pasto alla cinematografia, il trascorrere del tempo e l’avanzata impetuosa di nuove forme di criminalità siano la tomba ideale per i “vecchi arnesi” della Banda della Magliana. Niente di più sbagliato. L’arresto di Salvatore Nicitra, avvenuto giorni fa … Continua a leggere Il quinto re di Roma -prima parte-

Terra bruciata intorno al Freddo. Con proiettili e lettere, la vendetta della Banda della Magliana, annuncia il suo arrivo

di Alessandro Ambrosini Alcune verità, in Italia, sembrano essere un fardello più che una medaglia da appendere al petto di chi combatte per farla emergere. Quelle di Maurizio Abbatino sono una condanna a morte, latente. Ed è quello che lui ha detto e controfirmato il motivo per cui, il suo avvocato Alessandro Capograssi e la … Continua a leggere Terra bruciata intorno al Freddo. Con proiettili e lettere, la vendetta della Banda della Magliana, annuncia il suo arrivo

Maniero rischia: cambio di carcere

di Monica Andolfatto per il Gazzettino   Oggi (il 4 novembre per chi legge), il suo difensore depositerà la richiesta al Riesame per l’annullamento dell’ordinanza di custodia cautelare che lo ha fatto finire in cella lo scorso 18 ottobre con l’accusa di maltrattamenti alla compagna. Per l’avvocato Luca Broli è l’ultima data utile per giocare anche … Continua a leggere Maniero rischia: cambio di carcere

Palermo/ Chiesto oltre un secolo di carcere per gli uomini del clan di Matteo Messina Denaro

Oltre un secolo e mezzo di carcere è stato chiesto, al termine della requisitoria fiume, dalla Dda di Palermo per 14 imputati, considerati boss e gregari della mafia vicini al clan del latitante Matteo Messina Denaro, coinvolti nell’operazione antimafia ’Annozero’. Il processo si celebra con il rito abbreviato nell’aula bunker del carcere palermitano di Pagliarelli, davanti al gup, Cristina Lo Bue. … Continua a leggere Palermo/ Chiesto oltre un secolo di carcere per gli uomini del clan di Matteo Messina Denaro

Caltanissetta/ Con i fondi europei la “mafia dei campi” gestiva i parchi siciliani.

Le mani dei boss sui parchi siciliani che gestivano centinaia di migliaia di euro di fondi comunitari. I finanzieri del Gico del Nucleo di Polizia economico-finanziaria di Caltanissetta, in collaborazione con lo Scico, il Servizio Centrale Investigazioni sulla Criminalità Organizzata, coordinati dalla locale Procura della Repubblica stanno eseguendo 12 misure cautelari nei confronti di appartenenti e altri fiancheggiatori di Cosa … Continua a leggere Caltanissetta/ Con i fondi europei la “mafia dei campi” gestiva i parchi siciliani.

Scarantino ritratta le accuse ai magistrati che indagano sulle stragi e punta il dito sul gruppo investigativo di La Barbera

"Il dottor Di Matteo non mi ha mai suggerito niente, il dottor Carmelo Petralia neppure. Mi hanno convinto i poliziotti a parlare della strage. Io ho sbagliato una cosa, ho  fatto vincere i poliziotti, di fare peccare la mia lingua e  non ho messo la museruola...". Il colpo di scena arriva a metà udienza del processo sul depistaggio … Continua a leggere Scarantino ritratta le accuse ai magistrati che indagano sulle stragi e punta il dito sul gruppo investigativo di La Barbera

Scarantino:” La Barbera era come Gesù Cristo”

E’ ripreso davanti al Tribunale di Caltanissetta il processo per il depistaggio sulle indagini della strage di via D’Amelio. Torna a parlare l'ex pentito "costruito a tavolino"  Vincenzo Scarantino,  anche oggi coperto da un paravento di colore bianco per non essere visto. Due i punti forti delle sue dichiarazioni Arnaldo la Barbera come Gesù Cristo Arnaldo La Barbera, il capo … Continua a leggere Scarantino:” La Barbera era come Gesù Cristo”

Ragusa/ Santabarbara per la mafia? Arrestati due incensurati con armi e munizioni

Manette ai polsi per due "custodi" di un arsenale. Gli arrestati sono un bracciante agricolo di 51 anni e il figlio 26enne ragioniere di un’azienda per la commercializzazione di ortaggi al mercato ortofrutticolo di Vittoria, entrambi incensurati. In casa avevano 10 armi, tra pistole e fucili, legalmente detenuti, ma che sono stati successivamente sequestrati dalla … Continua a leggere Ragusa/ Santabarbara per la mafia? Arrestati due incensurati con armi e munizioni