mafia NOTTE CRIMINALE Trapani

Trapani/ Sequestrati sei milioni di euro a imprenditore delle scommesse online. Era stato finanziato da Cosa Nostra

Beni per 6 milioni di euro sono stati sequestrati dai carabinieri del Comando provinciale di Trapani e del Ros – coadiuvati da quelli del Nas di Roma e del Nucleo Investigativo di Ragusa – a Calogero John Luppino, imprenditore nel mondo delle scommesse e giochi on line. Il provvedimento e’ stato emesso dal Tribunale di Trapani su proposta della Procura distrettuale antimafia di Palermo.

Luppino, ex consigliere comunale di Campobello di Mazara, era stato arrestato nel 2019 per associazione di tipo mafioso nell’indagine “Mafiabet” che, sottolineano gli inquirenti, “aveva permesso di monitorare la sua rapidissima ascesa imprenditoriale nel mondo delle scommesse e giochi on-line”. Luppino avrebbe infatti diretto e controllato il settore affidando alcune delle agenzie ad altri associati mafiosi.

Un’ascesa, sempre secondo i carabinieri, “favorita in tutto e per tutto dagli affiliati ai mandamenti mafiosi di Castelvetrano e Mazara del Vallo che obbligavano i vari esercizi commerciali del trapanese ad installare i device delle societa’ di Luppino, pena pesanti ritorsioni. Gli esercizi che invece accettavano il monopolio facente capo a Cosa Nostra, potevano godere della ‘protezione’ dei mafiosi pronti a punire chi, tra la delinquenza comune, prendeva di mira quegli esercizi commerciali”. Cosi’ accadeva con un bar della provincia che aveva subito un furto di macchinette per giochi gestite da societa’ legate all’imprenditore mafioso. Cosa Nostra aveva individuato il responsabile del furto e, tramite il referente mafioso di quel luogo, lo aveva punito, in quanto “colpevole di aver danneggiato un esercizio che gia’ aveva pagato la protezione dell’associazione mafiosa”.

L’ascesa dell’imprenditore, sottolineano ancora gli inquirenti, era stata sovvenzionata con cessioni di denaro ad esponenti di vertice dei mandamenti mafiosi di Mazara del Vallo e Castelvetrano, tra cui familiari del latitante Matteo Messina Denaro. I beni sequestrati, localizzati nelle province di Roma e Trapani, sono nello specifico 10 societa’ e relativi compendi aziendali, 6 terreni, 14 rapporti bancari, 1 motoveicolo, 1 cavallo da corsa, nonche’ denaro contante, titoli di credito e lingotti d’oro.

0 commenti su “Trapani/ Sequestrati sei milioni di euro a imprenditore delle scommesse online. Era stato finanziato da Cosa Nostra

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: