Nella rete di “Grimilde” anche il boss della cosca di Cutro

Tra i sedici arrestati nell’operazione ’Grimilde’ della Polizia, coordinata dalla Dda
di Bologna, c’è anche il boss Francesco Grande Aracri, oltre ai figli Salvatore e Paolo.
Francesco Grande Aracri, già condannato per associazione mafiosa, viveva a Brescello, in provincia di Reggio Emilia. Il Comune,  oltre che per i film su Peppone e don Camillo ispirati dai libri di Guareschi, è noto per essere stato il primo in Emilia-Romagna che venne sciolto, a fine 2107, proprio per le infiltrazioni della criminalità organizzata.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...