Brindisi/ Dall’estorsione allo spaccio. Fermato “consorzio criminale”, dodici arresti

2014-05-28 17.11.47

Con l’operazione “Exodus” finanzieri del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Brindisi, coordinati dalla locale Procura, hanno eseguito un provvedimento di custodia cautelare – emesso dal gip del Tribunale – nei confronti di 12 soggetti, di cui uno con obbligo di dimora, nelle province di Brindisi, Foggia, Taranto e Trani. Sono accusati di
vari reati, dall’estorsione a furti e rapine, dallo spaccio di sostanze stupefacenti alla detenzione e porto illegale di armi.

In particolare la banda per procurarsi un ingiusto profitto, minacciava i malcapitati con richieste estorsive paventando, in caso di mancato pagamento, gravi conseguenze fisiche e patrimoniali. Inoltre sono accusati di aver introdotto droga in favore di detenuti nel carcere di Foggia, smascherati dai finanzieri con l’arresto in flagranza del “corriere”.

Il gruppo criminale non lesinava ad utilizzare le armi per affermare i propri metodi delinquenziali. Durante le indagini è stata accertata l’esecuzione di un atto intimidatorio, il 6 gennaio scorso, con l’esplosione di colpi di “kalashnikov” contro una società nella zona industriale Brindisi.

Le attività tuttora in corso proseguono sotto il profilo economico-finanziario dei soggetti colpiti dalla misura restrittiva.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...