Mafia Capitale, la Procura chiede 515 anni di carcere per i 46 imputati: “Buzzi e Carminati hanno lasciato nella P.A. la loro impronta digitale”

 

di Beatrice Nencha

 

1418491928-carminati

“Speriamo che il 2013 sia un anno pieno di monnezza, profughi, immigrati, sfollati, minori, piovoso così cresce l’erba da tagliare e magari qualche bufera di neve: evviva la cooperazione sociale” . Difficile dimenticare l’”sms della vergogna”, partito il 1 gennaio 2013 dal cellulare di Salvatore Buzzi, quale auspicio di buon anno nuovo indirizzato a molteplici destinatari, anche tra funzionati apicali delle istituzioni. In mattinata è arrivata da parte della Procura – che a fine requisitoria ha avanzato la richiesta di 515 anni complessivi di reclusione per i 46 imputati del processo Mafia capitale – una metafora altrettanto calzante per definire le “plurime azioni criminose collettive” messe in atto dal presunto sodalizio capeggiato per gli inquirenti da Massimo Carminati e dal ras delle cooperative rosse. Coalizzatisi per piegare ai loro interessi, tra cui il lucroso business dell’emergenza profughi e della gestione dei centri di accoglienza per rifugiati, l’imparzialità di dirigenti e pubblici funzionari. “Gli appalti della pubblica amministrazione sono stati gestiti come fette di una caciotta, un qualcosa da spartire e non certo facendo attenzione al bene comune” ha incalzato in apertura di udienza il procuratore aggiunto Paolo Ielo, presente in aula con i colleghi Luca Tescaroli e Giuseppe Cascini. Nel suo controesame, a fine marzo, il ras delle coop aveva tentato di derubricare a burle, senza essere creduto dai pm, i suoi sms e in particolare una frase shock in cui  spiegava, senza sapere di essere intercettato dai Ros, il nuovo core business su cui aveva puntato per ampliare i profitti del suo impero: “Tu c’hai idea quanto ce guadagno sugli immigrati? Il traffico di droga rende meno”. Ma oltre all’immigrazione, dove a fungere da cerniera con il “mondo di sopra” tramite le sue prestigiose entrature con prefetti e politici viene assoldato l’ex capo di gabinetto di Veltroni Luca Odevaine (richiesti 2 anni e 6 mesi di reclusione, col riconoscimento delle attenuanti generiche, in quanto “ha ammesso i fatti reato oggetto della contestazione” e la restituzione di 155mila euro), sono svariati gli episodi dove le istituzioni hanno deviato alla loro imparzialità, nei più svariati settori, permettendo al sodalizio “di lasciare la propria impronta digitale” criminale, “accompagnata da una riserva di violenza”, secondo la definizione del pubblico ministero Ielo.

paoloieloDalla tentata e poi naufragata operazione di salvataggio della cooperativa Deposito Locomotive San Lorenzo, “un interesse privato di una coop di amici degli amici di un partito, in funzione del quale viene posta in essere tutta l’attività corruttiva”, in cui Buzzi propone di coinvolgere Carminati, fino al bando regionale del Cup, “una turbativa minuto per minuto, che si potrebbe raccontare tramite le intercettazioni” per cui viene coinvolto il capogruppo Pdl Luca Gramazio (richiesta di 19 anni e sei mesi di reclusione), passando per il sostegno alla nomina di Daniele Ozzimo nella giunta del sindaco Ignazio Marino, per cui parteggia, “venendo meno alle sue ideologie politiche in nome degli interessi”, anche il Nero. Nei cui confronti la procura ha chiesto la condanna più rigorosa ed elevata: 28 anni con la richiesta della definizione di “delinquente abituale” (“tenuto conto che è stato condannato nell’ambito di sei procedimenti penali, con sentenza passata in giudicato per numerosi reati” si legge nelle Richieste del pubblico ministero) con l’affidamento per due anni in una colonia agricola o casa di lavoro oltre al sequestro delle opere d’arte già confiscate e all’interdizione perpetua dai pubblici uffici come pena accessoria. Archiviato Carminati, il pm Luca Tescaroli ha scandito una serie di richieste particolarmente dure per gli altri 18 tra gli imputati accusati di 416 bis e dell’aggravante di mafia. Venticinque anni e 10 mesi di reclusione per il braccio destro del Cecato, Riccardo Brugia; 22 anni di reclusione richiesti per Fabrizio Testa, ritenuto un intermediario tra il mondo di sotto di Carminati e quello dei politici di destra come Gramazio; 21 anni di reclusione sia per il benzinaio Roberto Lacopo che per lo “spezzapollici” Matteo Calvio; 21 anni richiesti anche per il consigliere politico di Alemanno ed ex amministratore delegato di Ama, Franco Panzironi; 19 anni per Carlo Maria Guarany e 18 anni e 6 mesi di reclusione per la moglie di Buzzi, impiegata nelle cooperative della 29 Giugno, Alessandra Garrone.

corattiTra i vari funzionari pubblici e gli esponenti politici, le richieste di condanna sono andate dai 5 anni di reclusione e 800 euro di multa per Angelo Scozzafava, 7 anni di reclusione per Claudio Turella (oltre alla confisca dei 572mila euro già sequestrati nella sua abitazione e dei conto corrente già oggetto di sequestro); 4 anni e sei mesi di reclusione per l’ex presidente dell’Assemblea capitolina Mirko Coratti, 4 anni di reclusione per l’ex minisindaco di Ostia Andrea Tassone del Pd e per l’ex consigliere del centrodestra Giordano Tredicine.

Si affida a un comunicato stampa la replica della difesa di Salvatore Buzzi, Alessandra Garrone, Paolo Di Ninno, tramite gli avvocati Alessandro Diddi e Piergerardo Santoro: “Con assoluta serenità assistiamo a questa ennesima forzatura con la quale la Procura della Repubblica di Roma ha chiuso il processo di Mafia Capitale. Le richieste di pena formulate in data odierna dimostrano come la Procura abbia perso una grande occasione per riparametrare il trattamento sanzionatorio richiesto alle esatte dimensioni di un fenomeno che il dibattimento ha dimostrato non avere nessuna somiglianza a quello mafioso”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...