Vicenza/Droga: scoperto carico di hashish per un importo di circa 200mila euro proveniente dalla Spagna. Arrestati tre corrieri

12576230_877773075677042_1271987971_nOperazione “Slash” della Finanza: arrestati tre corrieri  che trasportavano un carico di 22 chilogrammi di hashish destinato ad alimentare il mercato della droga tra le province di Vicenza, Verona e Padova. Attraverso una serie di attività investigative, coordinate dal sostituto procuratore della Repubblica di Vicenza, Hans Roderick Blattner, e supportate da intercettazioni, i finanzieri  erano venuti a conoscenza di un imminente rifornimento degli spacciatori nella piazza locale di hashish direttamente dal Marocco, attraverso corrieri domiciliati in Spagna. Pertanto, ricostruendo le modalità, il luogo e l’orario dello scambio, sono state scoperte a Lonigo, in una stradina di campagna, due auto con targhe straniere che trasportavano un importante quantitativo di stupefacente proveniente dalla Spagna. A bordo della prima autovettura c’erano due marocchini (S.J., di anni 33, e E.H., di anni 37) residenti in Spagna (Malaga e Cadice) che facevano da apripista per una seconda automobile, con targa francese, condotta da un cittadino algerino (L.A., di anni 40), residente a Marsiglia, insieme a tutta la famiglia: la moglie e due figli minori. Dopo aver fermato le macchine, i militari – grazie anche all’intervento dei cani addestrati – hanno trovato 21 sacche di plastica trasparente, chiuse ermeticamente mediante sottovuoto e contenenti ovuli di hashish, per un peso complessivo di oltre 22 chilogrammi. Le buste erano state nascoste dietro i pannelli laterali dei sedili posteriori della vettura su cui viaggiava il nucleo familiare, utilizzata ad arte proprio per evitare di destare sospetti in caso di controlli delle forze di polizia. Il confezionamento dell’hashish in formato di ovuli, oltre a facilitarne il trasporto e l’eventuale frazionamento, è indice di una maggiore qualità dello stupefacente, rispetto a quello trafficato in “panette”. Al dettaglio, infatti, la partita di droga avrebbe potuto fruttare oltre 200 mila euro. Al termine delle operazione di perquisizione, i marocchini insieme all’algerino sono stati trasferiti in carcere.I finanzieri sono poi  riusciti a catturare anche il destinatario del carico di droga sequestrato: infatti, quando sono state fermate le due autovetture estere, accortosi dell’intervento delle forze dell’ordine, il marocchino E.K., di anni 31, residente a Lonigo, era riuscito a darsi alla fuga a bordo della propria autovettura, sottraendosi all’arresto in flagranza di reato. Sulla base delle prove raccolte dalla guardia di finanza, il pubblico ministero ha emesso un fermo di indiziato di delitto nei confronti dello spacciatore nordafricano, che è stato rintracciato a bordo di un’autovettura nei pressi di Arzignano e catturato dai militari.L’uomo residente a Lonigo aveva creato una propria rete di spaccio nella provincia berica, fino ad approvvigionare anche diversi pusher dell’Alto Vicentino, ove distribuiva lo stupefacente a spacciatori minori incaricati della vendita “al dettaglio”. (Fonte ilgiornaledivicenza.it)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...