Gli occhi da squalo non si riapriranno più. E’ morto Bernardo Provenzano

4adf58fb300074ff8a293c2e3ed27c3f_XL

Gli occhi da squalo, così scuri e profondi, così penetranti e maligni non si riapriranno più. La sua storia costellata di stragi ed omicidi, di trattative e misteri muore con lui.

Bernardo Provenzano è deceduto nell’ospedale San Paolo di Milano dove era stato ricoverato il 9  aprile 2014, proveniente dal centro clinico degli istituti  penitenziari di Parma. Ne dà notizia il Dap.

La moglie e i figli di Provenzano, prosegue la nota, giunti a Milano  il 10 luglio, il giorno stesso sono stati autorizzati a incontrare il loro congiunto.

“Provenzano per me è morto quattro anni fa, dopo la caduta nel carcere di Parma e l’intervento che ha subito. Da allora il 41 bis è stato applicato ai parenti e non a lui, visto che non era più in grado di intendere e volere e di parlare da tempo”.
Così il legale del boss Bernardo Provenzano, l’avvocato Rosalba Di Gregorio, ha commentato la notizia della morte del padrino corleonese. La penalista, viste le gravissime condizioni di salute del capomafia, negli ultimi anni ha presentato due istanze di revoca del carcere duro e tre di sospensione dell’ esecuzione della pena. Tutte sono state respinte.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...