Roma/Un finto petardo come nascondiglio per la droga: all’interno 600 dosi di cocaina, 29 persone in manette

dosi cocainaDuecento tra agenti e militari in campo dall’alba di oggi per un altro blitz anti droga nel quartiere dei Due Leoni. Dopo gli arresti dell’operazione Torri Gemelli, che ha messo fine all’attività della banda guidata da Benny Capoccione, le forze dell’ordine sono tornate con controlli a tappeto nei palazzoni di via San Biagio Platani, Largo Ferruccio Mengaroni e via Santa Rita da Cascia. Hanno passato al setaccio cortili interni, garage, ascensori, locali comuni a caccia di droga e armi nascoste dai malviventi. In un quadro elettrico al piano terra di un palazzo di Largo Ferruccio Mengaroni le unità cinofile hanno individuato una traccia e trovato circa 600 dosi di cocaina, già confezionate e pronte per la vendita, nascoste all’interno di un apparente grosso petardo chiamato la palla di Maradona. E dallo stesso palazzo, alto 14 piani, all’arrivo delle forze dell’ordine, è stato gettato un calzino con dentro circa 5000 euro in banconote di piccolo taglio, probabile provento dell’attività di spaccio, caduto ai piedi di una pattuglia che stava controllando l’area. Sempre dall’alto, da parte di qualcuno che se n’è disfatto, sono stati lanciati alcuni pezzi di hashish, immediatamente sequestrati. Serrati i controlli da parte di carabinieri e polizia anche alle persone che si trovano in regime di detenzione o di arresti domiciliari presso le proprie abitazioni; decine le perquisizioni ed i controlli eseguiti alla ricerca di droga e armi anche con posti di blocco lungo le principali arterie del quartiere. (Fonte romatoday.it)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...