Pavia/ Si fingevano carabinieri depredando ville e anziani. Organizzazione italo-albanese-sinta arrestata

2016-01-08_141304L’operazione denominata “fake police”,  ha portato all’arresto di 7 persone ha permesso di
accertare, almeno 82 episodi tra rapine e furti. Per tutti le accuse sono di: associazione a delinquere finalizzata alla commissione di rapine aggravate, furti aggravati, ricettazione
ed utilizzo di segni distintivi contraffatti.

L’attivita’ investigativa, diretta dal sostituto procuratore della Repubblica Mazza e coordinata dal Procuratore Capo del Tribunale di Pavia Mario Venditti ha permesso di documentare l’esistenza di un’associazione criminale di soggetti di nazionalita’ italiana di etnia sinti ed albanese dedita alla commissione sul territorio nazionale, in particolare nelle
provincie Pavia, Cremona, Lodi, Piacenza, Milano, Bergamo e Brescia, di furti e rapine in ville, soprattutto ai danni di persone anziane.

I componenti del gruppo criminale, qualificandosi come ’carabinieri’, esibendo falsi distintivi e tesserini, guadagnavano la fiducia delle vittime e poi le derubavano fuggendo a bordo di autovetture di grossa cilindrata munite di targhe contraffatte, con lampeggianti e sirene (normalmente in uso alle forze dell’ordine). Sono tuttora in corso accertamenti tesi a definire l’eventuale responsabilita’ dei soggetti anche con riferimento a numerosi analoghi altri episodi verificatisi principalmente in Lombardia ed Emilia Romagna.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...