Roma/ Organizzazioni albanesi gestivano traffici di droga e armi. Ventidue arresti

2016-06-10_082641Sono state sgominate dalla Polizia di Stato due organizzazioni criminali dedite al traffico
internazionale di stupefacenti, all’importazione di armi ed alla organizzazione di rapine.

Dalle prime ore di questa mattina gli agenti della squadra mobile stanno eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip su richiesta della Dda di Roma, a carico di 22 cittadini albanesi, ritenuti a vario titolo responsabili, alcuni, di far parte di un’associazione criminale dedita alla importazione ed allo smercio di stupefacenti, ed altri, di un’associazione a delinquere finalizzata alla commissione di vari reati contro il patrimonio, principalmente organizzazione di rapine a mano armata, organizzazione composta da soggetti di etnia albanese da tempo radicati sul territorio laziale.

L’operazione, condotta con il coordinamento del Servizio Centrale Operativo e con la fattiva collaborazione delle Squadre Mobili di Ancona, Cuneo, Padova, Prato e Viterbo, è scattata all’alba di questa mattina ed ha visto la partecipazione di un centinaio di
poliziotti appartenenti ai reparti investigativi ed ai reparti speciali della Polizia di Stato.

I gruppi criminali sgominati, presenti in Italia da diversi anni, avevano come base logistica il litorale romano, nella zona di Torvaianica, Pomezia ed Ardea. Operavano nell’hinterland romano, dove si muovevano con disinvoltura, soprattutto nelle aree a più elevata densità di cittadini stranieri; ma agivano anche in tutto il Territorio Nazionale, dalla Puglia, al Piemonte passando per le Marche e la Toscana, potendo contare su numerosi appoggi e
connivenze.

Nel corso delle investigazioni sono stati rinvenuti e sequestrati in più occasioni circa 350 kg di marijuana, 500 gr. di cocaina, 2 pistole con matricola abrasa e 2 pistole di importazione clandestina, nonché lampeggianti, pettorine della Polizia di Stato utilizzate per simulare controlli e “agevolare le attività predatorie” nei confronti dei malcapitati.

Inoltre, negli ultimi due anni, sono state arrestate in flagranza di reato ben 22 persone, tra albanesi e italiani. Sei fra i destinatari delle misure odierne, infatti, erano già sottoposti a
precedenti misure cautelari.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...