Napoli/ Catturato un latitante del clan Bosti, era in un residence da 300 euro a notte

e6d68c8ce10e83ea4f336d375821de71_MInterrotta la dorata latitanza del 36enne Salvatore Maggio, ritenuto reggente del gruppo
camorristico che fa capo a Ettore Bosti, attivo nel quartiere napoletane Mercato e nella zona delle Case Nuove.

L’uomo – informa una nota – è stato catturato dai carabinieri della Compagnia Napoli Centro in un residence di lusso a Vico Equense, in Penisola sorrentina.

Ricercato dall’autunno 2015, sulla testa di Maggio pendevano due provvedimenti restrittivi: uno della Corte d’Appello di Napoli relativo a una condanna per associazione per delinquere di tipo mafioso e l’altro del tribunale di Napoli relativo a una misura
di sicurezza detentiva. Per continuare a tenere le redini delle attività criminali milionarie del boss Bosti (arrestato tre mesi fa nell’operazione denominata Cartagena che documentava gli enormi guadagni e la lussuosa vita da narcos meso americani dei
vertici dell’organizzazione camorristica), Maggio non poteva allontanarsi da Napoli.

I militari dell’Arma gli stavano addosso già da qualche mese, man mano hanno chiuso il cerchio attorno al latitante, riuscendo a localizzarlo all’alba in un lussuosissimo residence costiero da 300 euro a notte, dove stava trascorrendo dei giorni per festeggiare il compleanno del figlio. Al momento dell’irruzione Salvatore Maggio si è arreso senza opporre resistenza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...