Palermo/ Maniaci si difende e attacca:” I soldi che chiedevo erano per la pubblicità. Io chiedere scusa a Fava? Sarà lui a chiedermi scusa”

2016-05-06_134848“Ma quali estorsioni? Non sono un estorsore, quando chiedevo i soldi al sindaco di Borgetto, Gioacchino De Luca, erano riferiti a una pubblicità. E’ quel video reso noto dai
Carabinieri, per intenderci. Se si fosse trattata di una estorsione, già sarei stato arrestato”. Lo ha detto Pino Maniaci, direttore dell’emittente locale Telejato di Partinico (Palermo), indagato per estorsione, prima dell’interrogatorio di garanzia davanti al gip Fernando Sestito.

“Vi siete chiesti come mai metà dell’ordinanza è dedicata solo a me e le misure cautelari sono complessivamente dieci? – dice conversando con i cronisti – Le intercettazioni sono state isolate da un contesto più ampio”. E sulle intercettazioni ribadisce più volte di essere
stato mal interpretato. “Io parlo così – dice – è il mio modo di esprimermi. Chi mi conosce sa che parlo così”. 

Replicando a distanza al vicepresidente della Commissione nazionale antimafia, Claudio Fava, che nei giorni scorsi si era detto “amareggiato” per l’inchiesta a carico di Maniaci, chiedendo le sue scuse personali, dice: “Fava? Io devo chiedergli scusa? Sarà lui a chiedere scusa a me. Quando saprà come stanno le cose nella realtà”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...